The Pink Digital Marketer: LE DONNE MARKETING

In questa giornata dedicata alle donne, l’elogio a loro ci sembra il minimo. Lo contestualizziamo, però, al ruolo delle donne nel marketing.

Prima di iniziare a parlare di questo, bisogna sfatare i cinque falsi miti legati a questa figura emblematica

Le donne vivono solo per la cura della casa.

Le donne, in realtà, vogliono conquistare posizioni importanti e avere ruoli di spicco, non legati quindi all’esclusiva cura del loro “nido d’amore”. Ormai le donne hanno la capacità di essere mamme, donne di successo e importanti anche nell’ambito lavorativo.

Le donne non hanno interessi nell’acquisto di automobili e computer.

Anche questo secondo mito va sfatato: la società di marketing Girlpower ha dimostrato che le donne acquistano più del 50% dei prodotti definiti tradizionalmente “maschili”, strumenti di elettronica di consumo o prodotti per automobili.

Le donne amano il rosa.

Un rapporto intitolato “La verità sulle donne e l’elettronica di consumo” dalla Consumer Electronics Association, dimostra che per le donne, come per gli uomini, le variabili che incidono sulla decisione di acquisto sono: prezzo, garanzie sul prodotto e funzionalità.

I colori più ricercati e scelti dalle donne, infatti, sono il blu e il viola.

Le donne curano più degli uomini il proprio aspetto.

Secondo NPD Group, nel 2011 l’acquisto dei prodotti cosmetici da parte degli uomini è cresciuto dell’11%. Questo dato appare aumentare ogni anno.

Le donne sarebbero poco competitive in ambito lavorativo.

Grazie ad uno studio condotto dall’Università di Chicago è stato dimostrato che, le donne sarebbero più propense rispetto agli uomini a ricoprire ruoli che prevedono una remunerazione basata sul miglior raggiungimento degli obiettivi.

ispirazione donna
donne nel network

Questi miti vengono sfatati anche da testimonianze dirette, che permettono di analizzare il ruolo “nuovo” ricoperto dalla donna nel marketing.

Veronica Gentili, ad esempio, si occupa di Marketing Digitale, in particolare di Facebook Marketing. Questa “donna del marketing” ha un ruolo di spicco ed è fondamentale per tutti coloro che decidono di approcciarsi al mondo dei social media.

Speaker, consulente e formatrice in Facebook Marketing, autrice di 2 bestseller italiani di settore e di altri libri di gran successo.

Tra le altre donne famose nel marketing ne vogliamo ricordare alcune tra le più importanti: Anna Amati, Ornella Barra, Marina Elvira Berlusconi, Silvia Candiani, Elena David, Fabiola Gianotti, Laura Iris Ferro, Emma Marcegaglia, Miuccia Prada.

Anna Amati, vicepresidente di Meta Group, da oltre vent’anni si occupa di venture capital e progetta incubatori e parchi scientifici.

Ornella Barra, vicepresidente di Walgreens Boots Alliance e presidente e chief executive di Global Wholesale and International Retail.

Marina Elvira Berlusconi è presidente di Fininvest, del Gruppo Mondadori e membro del Cda di Mediaset. Il suo nome è l’unico italiano (insieme a Ornella Barra) nell’elenco 2013 di Fortune sulle 50 donne più influenti della comunità economica internazionale.

Silvia Candiani, che fino allo scorso autunno era il Direttore Marketing & Operati ons di Microsoft Italia oggi, è General Manager Consumer Channel Group per l’area dell’Europa centrale e dell’Est. Una promozione che ha riconosciuto il suo ruolo nel riposizionamento di Microsoft nel settore dell’innovazione tecnologica.

Fabiola Gianotti è la voce a cui è stato affidato l’annuncio all’auditorium del CERN della prima osservazione di una particella compatibile con il bosone di Higgs ed è forse oggi la fisica italiana più famosa al mondo.

Laura Iris Ferro, medico psichiatra, da sempre impegnata nella lotta alle malattie rare associate al tumore, è un personaggio importante nel campo delle biotecnologie.

Nel 2009 ha creato Gentium: un grande successo dell’industria biotech made in Italy, un’azienda quotata al Nasdaq di New York che nel 2013 ha avuto un rialzo in Borsa del 600%.

Sui primati manageriali di Emma Marcegaglia si può raccontare molto. Prima donna al vertice di Confindustria, prima donna e unica italiana nominata presidente di BusinessEurope.

Miuccia Prada non solo ha difeso l’italianità del suo marchio ma ha anche comprato all’estero. Il suo successo è dovuto a un approccio innovativo non solo nel disegnare capi d’abbigliamento e accessori ma anche nel vendere. Miuccia è stata, infatti, la prima stilista a collaborare con architetti di fama per cambiare il design dei negozi. Il suo nome ricorre nella classifica di Forbes delle donne più influenti al mondo.

Insomma, le donne hanno il NETWORK MARKETING nel sangue.

La donna a differenza dell’uomo tende a sviluppare un istinto che le permette di capire il potenziale di successo delle persone.

Essendo più brave a creare relazioni e connessioni con le persone, le donne sono anche delle migliori comunicatrici ed esperti di passaparola.

Poi sono anche più brave nel Multi-tasking (cioè a occuparsi di più cose nello stesso tempo: famiglia, figli, lavoro, casa) e anche a organizzare il tempo in maniera migliore, oltre ad avere una memoria migliore.  Sono più attente a piccoli dettagli della vita che contano.

Insomma, sono degli esseri meravigliosi e vanno amati tutti i giorni!

#Festadelladonna #weloveher #female

Eleonora Moretti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *